Con il mese di maggio si conclude, per i religiosi delle Case della Lombardia, il percorso dei ritiri mensili tenuti dal P. Lugi Guccini  presso la Casa “Incontri cristiani ” dei Padri Dehoniani a Capiago (Como).

Il mese di maggio, mese dedicato al Maria, come da tradizione che risale al Fondatore, i Fratelli delle Comunità della Lombardia si sono recati al Santuario della Madonna della Cornabusa in Valle Imagna, tra le valli bergamasche.
Il Rettore del Santuario, Don Alessandro, ha dato il benvenuto ai pellegrini raccontando la storia del Santuario che fu costruito nel corso dei secoli a partire dal ’500, ricavato da una grotta naturale, aperta in una montagna  a strapiombo sulla Valle.“… E’ il Santuario più bello che esista, perchè non l’ha fatto la mano dell’uomo, ma Dio stesso”. Così diceva Angelo Giuseppe Roncalli, devoto alla Madonna della Cornabusa e divenuto Papa Giovanni XXIII.

Un altro Papa era ricordato all’interno del Santuario; infatti, in occasione del 100° anniversario delle Apparizioni di Fatima, sull’altare era esposta una reliquia particolare: il sangue di S. Giovanni Paolo II. Si tratta di una piccola fiala con alcune gocce raccolte da una suora che prestava servizio al Policlinico Gemelli nel periodo in cui Papa Wojtyla fu ricoverato dopo aver subito l’attentato in Piazza San Pietro.

Durante la giornata insieme i Fratelli hanno pregato, celebrato la S. Messa presieduta dal Vicario generale P. Michael e condiviso il pranzo comunitario assieme ai parenti di Fr. Krunoslav, giunti in visita in Italia.