Quello di sabato 4 Marzo, è stato il primo pellegrinaggio organizzato nei luoghi natali di Fratel IVAN BONIFACIO PAVLETIČ.  E’ stato organizzato dalla “LEGIO MARIAE” della città di Petrinja a cui si sono uniti gli associati di Sisak e di altri luoghi della diocesi.
Il pellegrinaggio è iniziato con una breve lezione sulla storia della città di Kutina e della chiesa parrocchiale della Madonna della Neve da parte del Prof. Dragutin Pasarić. È seguito il Rosario e la Messa nella chiesa barocca della Madonna della Neve.

La celebrazione eucaristica è stata presieduta da Padre Mariano Passerini,  membro della Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione, e quindi confratello di IVAN BONIFACIO PAVLETIČ. Nell’omelia don Marijan Štingl ha approfondito le letture del giorno. Dopo la Santa Messa, padre Mariano ha fatto una breve presentazione del Servo di Dio fratel Ivan Bonifacio Pavletić per far conoscere meglio a tutti i legionari la sua vita ed il suo esempio.

Mons. Dragutin Papić, parroco di Kutina, ha accolto calorosamente i pellegrini, dando a loro lo spazio nel terreno della canonica per il pranzo al sacco. Il pellegrinaggio è continuato nel villaggio natale del Servo di Dio a Zbjegovača. I pellegrini hanno visitato la mostra fotografica su fratel Bonifacio allestita in modo permanente presso la scuola del villaggio. I pellegrini, oltre alle preghiera, hanno apposto la loro firma firmato sull’apposito registro delle presenze alla mostra ed hanno potuto acquistare qualche ricordino e libro su fratel Bonifacio.

È seguita la Via Crucis sulla strada che va dal villaggio sino alla chiesetta di Gojlo. La Via Crucis è stata scritta e guidata da Padre Mariano e Suor Mirjam Kuštreba delle ASC. Ad ogni stazione venivano citati episodi della vita del Servo di Dio. Alla preghiera si sono uniti gli abitanti del villaggio e alcuni fedeli di Kutina. La Via Crucis si è conclusa nella chiesetta dedicata alla Discesa dello Spirito Santo su Maria e gli Apostoli. Padre Mariano ha ricordato in modo particolare come il piccolo IVAN BONIFACIO andava in quella chiesa mano nella mano della sua mamma Ana Stanković.  I fedeli di Zbjegovača, per dimostrare la loro calda partecipazione al pellegrinaggio, hanno anche offerto agli ospiti un piccolo rinfresco a base di dolci. I pellegrini, spiritualmente arricchiti da questa giornata non hanno cessato di ringraziare per la calorosa accoglienza e per il lavoro dell’organizzazione e promozione del pellegrinaggio.