P. Luigi Galimberti ha concluso la sua giornata terrena. E’ morto a Roma, nella Casa della Comunità all’IDI, dove risiedeva da alcuni anni, il giorno 22 giugno 2019. Era nato a Lissone (allora provincia di Milano, oggi di Monza-Brianza)  il 10 marzo 1929  e – entrato nella Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione – vi aveva professato i primi voti nel 1946 e la professione perpetua nel 1951. Era stato ordinato sacerdote il 12 luglio 1964. Ha svolto il suo Ministero  in diverse case della Provincia, dapprima in campo educativo: Erba, Siracusa, Cuglieri (allora Scuola apostolica, dove spese ben 16 anni e dove molti ancora lo ricordano) ma anche in campo sanitario ospedaliero: Bosa, Velletri, Ospedale S. Carlo di Nancy, dove fu cappellano per lunghi anni e dove seppe conquistarsi la stima e l’apprezzamento di tutti – anche in anni difficili – fino al termine del suo Ministero attivo. Uomo pratico e di iniziativa, fu religioso convinto della sua vocazione, aperto alla speranza cristiana e dotato di un naturale ottimismo che sapeva essere contagioso. Negli ultimi tempi, col venir meno delle forze, il suo pensiero era serenamente rivolto all’attesa dell’Incontro che aveva segnato tutta la sua vita. Riposa in pace, Padre Luigi!