Il sito web della Provincia Italiana si arricchisce di un altro elemento con la pubblicazione graduale – a partire da questo mese – della memoria di tutti i religiosi defunti della Congregazione. Poche righe non bastano per descrivere il lavoro – intenso e appassionato – di tanti confratelli che, a partire dal Beato Luigi M. Monti, hanno testimoniato la carità verso gli ultimi in tantissimi contesti temporali, storici, geografici. Poche righe però sono sufficienti: non per dare gloria agli uomini, ma per far memoria grata di quanto il Signore ha operato e continua ad operare nella nostra vita.
Il succedersi dei giorni e l’incalzare degli eventi, infatti, possono far passare in secondo piano la memoria del bene fatto e ricevuto, e l’imperativo a ricordare rischia di diventare solo una circostanza anch’essa di facile dimenticanza.
Ogni mattina, in tutte le Comunità della CFIC nel mondo, la preghiera delle Lodi si chiude con il ricordo dei defunti nel loro anniversario: per ricordare e ringraziare.
“Le anime dei giusti sono nelle mani di Dio, nessun tormento li toccherà.
Agli occhi degli stolti parve che morissero, la loro fine fu ritenuta una sciagura,
la loro partenza da noi una rovina, ma essi sono nella pace”  (DalLibro della Sapienza)

www.cfic.it/necrologio