PREMIO LETTERARIO PER PADRE ALEANDRO PARITANTI

L’associazione artisti lepini organizza ogni due anni la manifestazione culturale: Premio biennale letterario dei monti lepini (XVII° edizione 2016)
La cerimonia di premiazione si è svolta domenica 2 ottobre a Segni (rm)

E il libro Zuzzi, begli, brutti…racconti dal borgo dei ragazzi del 46-48,  ed. Metropoli’s, 2015, di Aleandro Paritanti è stato il primo classificato nella sezione di saggistica e storia, con questa motivazione: 
più che racconti, come l’autore a più riprese ci vuol far credere, l’opera, che si avvale della narrazione in prima come in terza persona, affonda le radici nella memoria antropologica di una collettività umanamente consapevole, che pur racchiusa dentro un borgo montano lepino alle propaggini della palude e del mare (la bella Roccagorga), riesce a tessere la storia di giovani vite umane con tantissime aspirazioni mentre si rincorrono tra vicoli stretti dentro esperienze infantili, giovanili e adulte, malgrado le reliquie dolorose di una guerra appena superata.

Aleandro Paritanti riesce a soggiogare il lettore nel ricreare quel tessuto antico e potente pur tra debolezze umane e consapevoli certezze di un bene superiore. Memorie collettive ancora testardamente attaccate al proprio campanile, ai profumi di terre ancora capaci di produrre vita e benessere. Su tutto aleggia ‘Domnaburga’ con le sue storie ancora doloranti, i suoi fermenti di speranza ed i suoi uomini capaci di mettere a nudo le proprie brevi biografie per affidarle al patrimonio di una collettività.