Dal giorno 6 al giorno 10 febbraio 2017, a Kutina (Croazia), sono stati presenti il Vicario Giudiziale Aggiunto, Mons. Francesco Maria Tasciotti, ed il Notaio,Dott.Francesco Allegrini, del Tribunale Ordinario della Diocesi di Roma (Organo Giudiziario del Vicariato).  La seduta del Tribunale Diocesano in Croazia ha permesso di ascoltare 22 persone sul Servo di Dio Ivan Bonifacio Pavletić, morto in fama di santità il 4 Novembre 1897 all’età di 33 anni, e di raccogliere testimonianze sul come egli sia stato conosciuto e sulle esperienze personali di coinvolgimento, sia attraverso la lettura, l’incontro di altri testimoni, che la preghiera di intercessione per ottenere grazie. Coloro che hanno reso le testimonianze, religiosi e laici, provenivano da Kutina, dalla provincia di Bjelovar, di Sisak, e dalle città di Zagabria e di Spalato: una geografia che rappresenta la diffusa fama di santità del Servo di Dio nella sua patria e tra i suoi concittadini in diaspora, fenomeno comune a tanti popoli.

L’esperienza dell’ascolto e la gioia del testimoniare sono i frutti di una intensa e preventiva preghiera e conoscenza del Servo di Dio di molte persone che nell’incontrarlo hanno saputo arricchire spiritualmente la propria vita tanto da riscoprire il significato più profondo della fede. La preghiera accompagni, ora, la gratitudine per i membri del Tribunale Diocesano di Roma, per i testimoni ascoltati e per i religiosi e laici che operano in Croazia.